Inserisci questo codice HTML all'interno dei tag :

Il filler con acido ialuronico è uno dei trattamenti di medicina estetica più richiesti per migliorare l’aspetto di labbra, naso e zigomi.

Abbiamo chiesto al dottor Domenico Giglietto, chirurgo plastico ed estetico e responsabile dell’ambulatorio di Medicina estetica del Centro San Camillo di Bari, cos’è, come agisce, perché utilizzarlo e quale è la differenza tra botox e filler.Il dottor Domenico Giglietto, chirurgo plastico ed estetico e responsabile dell’ambulatorio di Medicina estetica del Centro San Camillo di Bari

Che cos’è il filler, dottor Giglietto?

Con filler, termine che viene dall’inglese to fill, gonfiare, si identificano tutti quei trattamenti che utilizzano materiali “riempitivi” che servono per appianare le piccole rughe cutanee, per aumentare il volume delle labbra o per il rinofiller che permette, in alcuni casi selezionati, di correggere il profilo irregolare del naso. Il prodotto più utilizzato e più sicuro per questa procedura è l’acido ialuronico, un glicosamminoglicano. Si tratta di un componente fisiologicamente già presente sulle nostre cellule, che viene prodotto per sintesi batterica, per questo motivo sono estremamente rari gli effetti collaterali di tipo allergico”.

Come viene utilizzato l’acido ialuronico per il filler?

L’acido ialuronico è utilizzato in medicina estetica in varie formulazioni, ci sono quelle con una viscosità più bassa e quelle con una viscosità più alta. La scelta varia in base alla zona del volto da trattare. Un filler meno viscoso viene scelto per le zone in cui è necessario conservare un aspetto naturale di “morbidezza”, per esempio nella ridefinizione della forma delle labbra. Una viscosità intermedia è utilizzata, invece, per trattare le rughe nasogeniene (quelle che si formano sorridendo ai lati delle labbra). Un acido ialuronico più viscoso ha una durata maggiore e il suo impiego è riservato per i riempimenti più profondi, nelle zone dove sotto è presente l’osso, nelle regioni zigomatiche, nelle zone delle guance, sul margine mandibolare. Si può utilizzare il filler con acido ialuronico anche per trattare in maniera appropriata le rughe della zona glabellare quando ci sono controindicazioni o si preferisce non utilizzare la tossina botulinica”.

Come agisce il filler?

Il filler, iniettato con aghi sottilissimi, è completamente riassorbibile nel corso del tempo grazie a degli enzimi che sono presenti nel corpo, le ialuronidasi. In alcuni trattamenti si utilizza associato a vitamine per ottenere un effetto biorivitalizzante, con l’intento di stimolare la produzione di nuovo tessuto extracellulare e, quindi, ottenere una pelle più tonica”.Filler con acido ialuronico Centro San Camillo

Il trattamento è doloroso?

Gli acidi ialuronici utilizzati presso il Centro San Camillo sono associati, per la maggior parte delle volte, alla lidocaina, un anestetico locale. In alternativa si può utilizzare immediatamente prima del trattamento il ghiaccio che diminuisce la sensazione sgradevole ma momentanea della puntura”.

Ci sono effetti collaterali?

Gli effetti collaterali a breve termine sono edema, cioè un lieve gonfiore, che può durare dalle 24 alle 72 ore successive al trattamento, e la presenza di piccole ecchimosi, ossia piccoli lividi, perché trattandosi di infiltrazioni più profonde rispetto al botox possono causare la rottura di qualche capillare. Dipendono comunque sempre dalla tipologia di pelle, l’effetto è molto soggettivo”.

Si diventa inespressivi?

Io dico sempre che per fare questo lavoro servono il buon gusto e la tecnica, che si acquisisce con la pratica. Non è possibile riempire di nuovo tutti i volumi persi con l’invecchiamento, ma si possono riempire zone ben definite per creare degli effetti luminosi sul volto che migliorano la forma del viso. Il trattamento deve essere migliorativo e armonioso rispetto alla struttura di partenza e all’equilibrio trovato dal volto. Quindi no, un trattamento ben fatto non rende inespressivi”.

Quanto dura l’effetto del filler?

Questo dipende molto dal tipo di filler. I prodotti meno viscosi hanno una durata minore, quelli più viscosi maggiore, si va da una durata minima di 6 mesi fino ad arrivare a un anno, un anno e mezzo”.

Quale prodotto viene utilizzato al Centro San Camillo?

Utilizzo l’acido ialuronico della Fillmed, la linea medicale della Filorga, declinata nelle varie tipologie”.

Quale è la differenza tra botox e filler?

La differenza principale è il prodotto utilizzato: la tossina botulinica nel primo caso che blocca il muscolo, acido ialuronico nell’altro che è, invece, un prodotto riempitivo. Generalmente il botulino è scelto più per trattare le rughe di espressione, quelle intorno agli occhi e quelle glabellari frontali. Il filler con acido ialuronico, invece, si preferisce per le rughe statiche del terzo medio e del terzo inferiore del viso, per naso, labbra, guance”.

Filler acido ialuronico volto/labbra/naso a 250€

Trattamento botulino per le rughe periorbitali e frontali a 350€

Prenotazioni:

– presso la nostra sede in Via Calefati 177 – Bari
– Tel. 080.914.64.94      
E-mail: info@centrosancamillo.com

Contattaci

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio