Inserisci questo codice HTML all'interno dei tag :

La sindrome del tunnel carpale è una malattia nervosa periferica molto comune in chi svolge lavori manuali o d’ufficio, al computer: il Centro San Camillo di Bari ha pensato a una breve guida per capirla meglio e conoscerne le cause, i sintomi e i rimedi.

Portatrice di dolore, intorpidimento e formicolio alla mano e al braccio, questa condizione si verifica quando uno dei principali nervi della mano – il nervo mediano – viene schiacciato o compresso nel polso.

Nella maggior parte dei pazienti, la Stc peggiora con il tempo, quindi diagnosi e trattamento precoci sono davvero importanti per prevenire danni permanenti: ecco tutto quello che c’è da sapere.

Sindrome del tunnel carpale: le cause

La sindrome del tunnel carpale si verifica nel polso quando il tunnel in cui passa il nervo mediano si restringe o quando i tessuti che circondano i tendini flessori si gonfiano, facendo pressione sul nervo.

I casi di Stc sono per lo più causati da una combinazione di motivi e gli studi dimostrano che le donne e le persone anziane sono le più interessate. Tra i fattori di rischio:

  • Ereditarietà
  • Lavoro manuale ripetitivo
  • Gravidanza e cambiamenti ormonali
  • Condizioni di salute come diabete, artrite reumatoide, squilibri della ghiandola tiroidea

I sintomi del tunnel carpale

I sintomi della sindrome del tunnel carpale possono includere:

  • Intorpidimento, formicolio, bruciore e dolore, principalmente tra pollice e indice, ma anche tra medio e anulare della mano
  • Dolore o formicolio che può risalire lungo l’avambraccio
  • Debolezza nella stretta della mano
  • Perdita della propriocezione (cioè della consapevolezza di dove si trova la mano nello spazio)

I sintomi iniziano quasi sempre gradualmente e in maniera intermittente, manifestandosi spesso se si tiene qualcosa in mano per un periodo prolungato. Sono anche frequenti i fenomeni notturni che causano risvegli improvvisi.

Rimedi

Per la diagnosi, il medico può avvalersi di un esame fisiologico, test clinici, ultrasuoni e radiografie. Una volta attestata la condizione, in base alla gravità, si procede alla scelta del rimedio, volto se possibile al rallentamento della progressione della malattia.

Trattamenti non chirurgici

Se diagnosticati e trattati precocemente, o se leggeri, i sintomi della sindrome del tunnel carpale possono spesso essere alleviati senza intervento chirurgico con:

  • polsiera
  • tutore o stecca notturna
  • farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS)
  • cambiamento di attività
  • iniezione di steroidi
  • esercizi

Trattamento chirurgico

Se il trattamento non chirurgico non allevia i sintomi dopo un certo periodo di tempo, il medico può raccomandare un intervento. Sono diverse le tecniche utilizzate, anche in endoscopia, ma tutte mirano ad alleviare la pressione sul nervo mediano tagliando il legamento che forma il tetto del tunnel, aumentando le dimensioni del passaggio e diminuendo la pressione sul nervo.

Nella maggior parte dei casi, la chirurgia del tunnel carpale viene eseguita su base ambulatoriale. Dopo la ricrescita naturale del legamento e un po’ di fisioterapia con esercizi, a 2 o 3 mesi dall’operazione della mano la sua presa torna normale.

Prima visita ortopedica al Centro San Camillo a 130€ 

Prenotazioni:

– presso la nostra sede in Via Calefati 177 – Bari
– Tel. 080.914.64.94      
E-mail: info@centrosancamillo.com

Lasciaci i tuoi dati per usufruire della Visita in Promozione

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo Cellulare (richiesto)

A che ora possiamo contattarti per conferma?