Inserisci questo codice HTML all'interno dei tag :

Ambulatorio di Urologia e Andrologia del Centro San Camillo per Diagnosi e Cura dei Disturbi dell’Apparato Urinario e Genitale.


  • Perdita di controllo sull’eiaculazione: sempre a causa di una serie di fattori psicologici ma, in taluni casi, anche fisici, si ha il raggiungimento dell’orgasmo maschile, accompagnato da eiaculazione, prima che entrambi i partner lo desiderino. Questo è il sintomo principale di tale disturbo che risulta essere fonte, molto spesso, di stress, preoccupazioni, incomprensioni o conflitti all’interno della coppia, nonché disagio per l’uomo e difficoltà interpersonali.
  • Diminuita frequenza di attività sessuale 
  • Intensa ansia da prestazione soprattutto con un nuovo partner. Nel vivere certe esperienze, la persona che soffre di ansia da prestazione si aspetta il fallimento e in qualche modo lo prevede: è ovvio che, con tale premessa, i comportamenti in ambito sessuale non vengono vissuti in modo naturale e piacevole. Le convinzioni errate di partenza dell’individuo vanno, di conseguenza, ad innescare un circolo vizioso difficile da interrompere, in cui l’ansia da prestazione cresce sempre di più, le aspettative del soggetto aumentano, rendendolo ancora più esigente e sensibile a ogni più piccolo segnale di insuccesso.  

Questi rappresentano i sintomi più comuni dell’eiaculazione precoce.

Visita Specialistica Andrologica + Terapia a 77€  

Presso la nostra sede in Via Calefati 177 – Bari -> 080.914.64.94

COS’E’ L’EIACULAZIONE PRECOCE?

Risultati immagini per eiaculazione precoce

L’eiaculazione precoce, in linea generale, può essere definita come la difficoltà o l’incapacità dell’uomo di esercitare il controllo volontario sull’eiaculazione. 

È, senza dubbio, la disfunzione sessuale maschile più diffusa in assoluto, tanto che gli studi e le stime parlano di almeno il 30% di maschi (un uomo su tre) affetti da questo problema, in modo costante od occasionale nell’arco della propria vita sessuale.

Non è semplice fare una descrizione incontrovertibile di cosa sia l’eiaculazione precoce: i sessuologi hanno cercato di darne una definizione quantificabile sulla base della misurazione dei tempi, o sulla correlazione statistica, in merito all’orgasmo del partner femminile.

Pertanto, sulla base della mutua soddisfazione nel rapporto di coppia, una eiaculazione si può definire come precoce quando l’uomo eiacula prima che la partner abbia raggiunto l’orgasmo femminile, oppure quando quest’ultima sia soddisfatta in più del 50% dei rapporti (quindi più della metà dei rapporti sessuali).

Ma questo criterio di valutazione della precocità eiaculatoria rimane comunque discutibile perché andrebbero valutate anche le capacità orgasmiche della donna e l’eventuale presenza di una disfunzione femminile dell’orgasmo.

In base ai sintomi e ai nuovi parametri di valutazione, l’eiaculazione precoce viene classificata in:

  • eiaculazione precoce primaria (congenita): il disturbo si presenta da sempre fin dalle prime esperienze sessuali
  • eiaculazione precoce secondaria (acquisita): il diturbo si presenta dopo un periodo di regolare e soddisfacente attività sessuale.

Oltre a questo vi è un ulteriore parametro di valutazione che suddivide la precocità di eiaculazione in:

  • eiaculazione precoce generalizzata: il disturbo avviene sempre durante l’attività sessuale, in qualsiasi contesto e con qualsiasi partner.
  • eiaculazione precoce situazionale: il disturbo sessuale si presenta solo in determinate situazioni, oppure solo durante determinate attività, o ancora soltanto con alcune partner ma non con altre.

QUALI SONO LE CAUSE DELLA EIACULAZIONE PRECOCE?

In genere si ritiene che la precocità nell’eiaculare abbia cause di natura prettamente psicologica ed emotiva e che riguardi esclusivamente le dinamiche interne della coppia. Tuttavia, in tempi più recenti, si è compreso che vi sono fattori fisici che, da soli o assieme alla cause psicologiche e comportamentali, hanno la capacità di aumentare il rischio di eiaculare precocemente.

Tra i fattori fisici che possono influenzare i meccanismi fisiologici sessuali e provocare la precocità dell’orgasmo nell’uomo vi ritroviamo:

  • Prostatiti: infiammazioni della prostata, ghiandola che fa parte dell’apparato genitale maschile
  • Uretriti: infiammazione acuta o cronica dell’uretra, un piccolo condotto che convoglia l’urina dalla vescica verso l’esterno
  • Vescicoliti: infiammazione o infezioni delle vescicole seminali;
  • Anomalie anatomiche del frenulo: sottile lembo di pelle del pene (frenulo corto)
  • Ipersensibilità del glande: struttura sensitiva apicale del pene
  • Ipertiroidismo
  • Tumori midollari che possono colpire la prostata
  • Anomalia nei livelli ormonali
  • Anomalia nei livelli dei neurotrasmettitori (a volte come conseguenza dell’assunzione di psicofarmaci o sostanze stupefacenti)
  • Danni al sistema nervoso per via di traumi o interventi chirurgici
  • Astinenza improvvisa da alcuni psicofarmaci usati nella terapia per l’ansia e per altri disturbi psicologici
  • Sospensione improvvisa dell’assunzione di alcol: molto spesso, in maniera completamente errata, alcuni soggetti tendono ad affidarsi all’alcol per cercare di ritardare l’orgasmo il più possibile

Gli esperti ritengono che, nella maggioranza dei casi di eiaculazione precoce primaria, le cause siano di origine prettamente fisico-biologica. Ma anche su questo aspetto non tutti gli studiosi sono dello stesso parere.

Le cause di origine psicologica, invece, e i fattori comportamentali ed esperienziali che possono incidere sull’eiaculazione precoce,  sono numerosi e a volte complessi. In alcuni casi sono le primissime esperienze sessuali a poter influenzare quelle successive, ad esempio quando:

  • Si ha la tendenza, per possibili sensi di colpa, a voler affrettare e concludere i rapporti il prima possibile (ad esempio durante un tradimento o quando il sesso viene vissuto come peccaminoso o come un tabù).

 

Ma vi sono numerosi altri fattori mentali e situazionali, i quali possono condurre alla eiaculazione-precoce-varese-vergiateprecocità dell’eiaculazione come:

  • Ansia generica o ansia da prestazione sessuale. L’ansia si riflette spesso nella vita sessuale, contribuendo, in senso negativo, all’eiaculazione precoce per via della mancanza di rilassatezza durante il rapporto.
  • Disfunzione erettile. Spesso chi è consapevole di avere problemi nel mantenere l’erezione del pene durante il rapporto, è portato a voler eiaculare il più un fretta possibile prima di perdere l’erezione.
  • Problemi relazionali nella coppia. Conflitti e incomprensioni possono portare l’uomo a voler concludere il rapporto il prima possibile, giusto per soddisfare la pulsione sessuale di ottenere l’orgasmo ma senza condurre un rapporto sessuale duraturo per via della mancanza di intesa e feeling con la partner. Lo stesso problema si può verificare quando vi è presente, da parte del maschio, un odio o un conflitto generico verso la sfera femminile.
  • La consapevolezza di avere problemi di salute, in modo particolare se a carico del cuore, come il rischio di infarto. In questo caso si è portati a voler eiaculare in breve tempo, per evitare lo sforzo fisico e cardiaco di un rapporto più duraturo.
  • Lo stress fisico o emotivo può essere un’altra causa dell’eiaculazione precoce, perché in una situazione di stress costante si può essere portati, più o meno consapevolmente, a voler eiaculare subito per evitare lo stress fisico del rapporto sessuale stesso.
  • Uso di psicofarmaci o sostanze stupefacenti. Alcuni farmaci e alcune droghe possono modificare i messaggeri chimici cerebrali e alterare il regolare stato psicologico, anticipando l’eiaculazione durante i rapporti.

QUAL E’ LA TERAPIA PER L’EIACULAZIONE PRECOCE?

Risultati immagini per fattori fisici che causano l'eiaculazione precoce

Sia nel caso dell’eiaculazione precoce generalizzata, che accade durante tutti i rapporti con qualsiasi partner, che nel caso dell’eiaculazione precoce situazionale o occasionale, è sempre consigliabile rivolgersi ad uno specialista urologo.

La visita medica è molto utile non solo nel classificare, in maniera corretta, se gli episodi di eiaculazione siano occasionali o generalizzati, ma soprattutto nel valutare se la disfunzione sia causata o meno da fattori fisici sopra menzionati quali, ad esempio, anomalie anatomiche del frenulo, uretriti, vescicoliti, prostatiti ecc.

In tal modo il medico specialista può comprendere il quadro generale della situazione e fare una più esatta diagnosi utile a valutare, se del caso, la terapia farmacologica o la cura più idonea al caso specifico. E’ bene precisare che farmaci che possono essere somministrati ai pazienti in terapia, non sono specifici per la cura dell’eiaculazione precoce: essi in genere desensibilizzano l’area genitale rendendo più difficile, quindi, il raggiungimento dell’orgasmo.

Una volta esclusi problemi fisici come causa del problema sessuale, la cura e la terapia per l’eiaculazione precoce si deve focalizzare sugli aspetti psicologici attraverso la terapia comportamentale.

Risultati immagini per psicoterapia di coppia

Tale terapia richiede la partecipazione di entrambi i membri della coppia presso uno psicoterapeuta che, guidando i partner in un percorso di prescrizioni e indicazioni comportamentali ben precise, può suggerire varie modalità per migliorare gradualmente il problema e per aumentare il senso di autocontrollo del paziente.

Si tratta, quindi, di una strategia di cura dell’eiaculazione precoce molto diretta al problema, che non trascura, ove necessario, l’analisi di aspetti psicologici più profondi, connessi alla struttura della personalità del paziente, alle sue relazioni, alle sue idee e convinzioni relative alla sessualità, alla sua storia di vita ed al contesto socio-culturale in cui è cresciuto.

Ad ogni modo, nella pratica clinica, risulta essere sempre utile associare alla terapia farmacologica prescritta, ove necessario, dallo specialista urologo, una terapia comportamentale di coppia presso lo psicoterapeuta, in modo tale che il paziente, acquisendo un maggior senso di autocontrollo del riflesso eiaculatorio per ritardare l’eiaculazione, possa essere in grado di combattere l’ansia da prestazione, e vivere, in maniera più serena, la sua sfera sessuale e la sua vita di coppia.

Visita Specialistica Andrologica + Terapia a 77€  

Prenotazioni:

– presso la nostra sede in Via Calefati 177 – Bari
– Tel. 080.914.64.94      
E-mail: info@centrosancamillo.com

Lasciaci i tuoi dati per usufruire della Visita in Promozione

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo Cellulare (richiesto)

A che ora possiamo contattarti per conferma?