Inserisci questo codice HTML all'interno dei tag :

Ambulatorio di Otorinolaringoiatria del Centro San Camillo a cura del Dott. Michele Palermo Specialista in Otorinolaringoiatria e Chirurgia Cervico-Facciale


  • Tosse secca (cronica non produttiva o poco produttiva)
  • Mal di gola (faringo-laringite con faringodinia)
  • Sensazione di corpo estraneo in gola (faringo-laringite) screen_nasochiuso_reflusso3-858x442_c
  • Nessità di deglutire frequentemente e di “raschiarsi” la gola
  • Raucedine (disfonia) o perdita della voce, con bisogno di “schiarirsela” continuamente (afonia)
  • Ipersalivazione (scialorrea)

Questi rappresentano i sintomi più comuni della laringite da reflusso.

Cura la laringite da reflusso con il Dott. Michele Palermo

Visita Specialistica+Video-endoscopia laringea+Terapia per Adulti e Bambini a 70€ anziché 100€  

Presso la nostra sede in Via Calefati 177 – Bari -> 080.914.64.94

COS’E’ LA LARINGITE DA REFLUSSO? 

Risultati immagini per laringite da reflusso

La laringite è un’infiammazione che colpisce la laringe (organo deputato alla fonazione, ossia all’emissione dei suoni), o nel suo complesso o specificatamente alle sole corde vocali (cordite).

La laringe è caratterizzata da un impianto cartilagineo ricoperto da tessuti mucosi. L’irritazione della laringe determina la raccolta di essudato (liquido) infiammatorio a livello della mucosa con il conseguente gonfiore e sensazione di soffocamento, oppure con tosse e con un’alterazione del tono vocale (raucedine) o abbassamento della voce (disfonia sino anche all’afonia).

La laringite può manifestarsi a seguito di diversi fattori quali infezioni, inalazione di sostanze irritanti come il fumo di sigarette o lo smog, sforzo vocale ecc. ma, un fattore che non deve essere assolutamente trascurato, è quello dell’effetto irritante provocato dai gas acidi che risalgono dalla stomaco e che danno la laringite da reflusso.

La laringite da reflusso (laringite cronica posteriore) rappresenta la condizione più comune di patologia laringea associata al reflusso gastrico esofageo. La mucosa laringea è molto più delicata di quella esofagea e non ha meccanismi di difesa per il reflusso acido che è pertanto capace di sviluppare un danno alla mucosa, anche per quantità minime e per tempi di esposizione molto brevi.

QUALI SONO LE CAUSE DELLA LARINGITE DA REFLUSSO?

I meccanismi ritenuti responsabili della laringite da reflusso sono:

  • Un riflesso stimolato dal reflusso acido in esofago
  • L’irritazione diretta della mucosa faringo-laringea

COME SI EFFETTUA LA DIAGNOSI DELLA LARINGITE DA REFLUSSO?

Effettuare una diagnosi di malattia da laringite provocata da reflusso gastro-esofageo (MRGE) può non essere agevole poichè una gran parte dei pazienti, anche quelli in età pediatrica (tra il 40 ed il 75 %), non presenta e non lamenta la sintomatologia tipica gastrica da reflusso (pirosi ovvero bruciore retrosternale, e rigurgiti).
Pertanto, in questi casi, la bassa sensibilità dell’indagine endoscopica rigurgito-reflusso(esofago-gastroscopia) non è certo di aiuto nella diagnosi, e la pHmetria esofagea (ovvero il monitoraggio per 24 ore del pH esofageo volto a dimostrare la presenza di “ambiente acido” nell’esofago), considerata una analisi “gold standard” ossia molto accurata e affidabile nel percorso diagnostico di un reflusso gastroesofageo, non può essere di certo proposta come test di primo impiego in una patologia così diffusa e dai molteplici aspetti sintomatologici come questa.
 L’unico modo per diagnosticare la laringite da reflusso, sia in pazienti adulti che in pazienti in età pediatrica, è attraverso la laringoscopia, esame endoscopico indolore, dalla durata di pochi minuti e a paziente sveglio, che visualizza lo stato irritativo di faringe e laringe tipico del reflusso gastrico-esofago-faringeo-laringeoRisultati immagini per laringoscopia
Questa indagine endoscopica mostra una tipica laringite posteriore con:
  • Iperemia (aumento del flusso sanguigno)
  • Edema (accumulo di liquidi che produce gonfiore) della porzione posteriore della laringe
Tali condizioni, in particolar modo l’edema, se protratte nel tempo, possono complicarsi con ulcerazioni e noduli (granulomi) delle corde vocali e della laringe, e con l’edema di Reinke, ossia una particolare forma di infiammazione cronica delle corde vocali.
Quindi bisogna tenere presente che, se è vero che il reflusso gastronesofageo si manifesta di solito con sintomi tipici come pirosi e rigurgito, tuttavia è ormai dimostrato che tale patologia si può manifestare con sintomi atipici riferibili al coinvolgimento di organi extra-esofagei in associazione o più frequentemente in assenza, dei sopra citati sintomi tipici.
In particolare le prime vie respiratorie, di pertinenza dell’otorinolaringoiatra, sono le più facilmente coinvolte (fino al 70% dei casi), tanto che il reflusso gastro-esofageo deve essere considerato un importantissimo co-fattore infiammatorio nelle patologie respiratorie, che va sempre indagato e controllato.

Visita Specialisticaa+Video-endoscopia laringea+Terapia per Adulti e Bambini a 70€ anziché 100€  

Prenotazioni:

– presso la nostra sede in Via Calefati 177 – Bari
– Tel. 080.914.64.94      
E-mail: info@centrosancamillo.com

Lasciaci i tuoi dati per usufruire della Visita in Promozione

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo Cellulare (richiesto)

A che ora possiamo contattarti per conferma?