Inserisci questo codice HTML all'interno dei tag :

Ambulatorio di Pneumologia del Centro San Camillo per Prevenzione e Cura delle Malattie Respiratorie.


  • Prurito nasale talora associato a prurito, arrossamento e lacrimazione degli occhi
  • Starnutazione young woman have flu, autumn park
  • Gocciolamento nasale
  • Ostruzione nasale
  • Dolore ai seni paranasali (fronte, radice del naso, zone sotto-orbitarie e mascellari)
  • Cefalea
  • Tosse produttiva con presenza di catarro
  • Tosse secca irritativa (più frequente nel corso della notte)
  • Respiro sibilante (“fischietto”)
  • Sensazione di costrizione al petto

Sono i sintomi delle malattie respiratorie allergiche variabili in funzione dei vari distretti anatomici dell’apparato respiratorio di volta in volta interessati.

Visita+Spirometria+Saturimetria+CO esalato a 57€  

Presso la nostra sede in Via Calefati 177 – Bari -> 080.914.64.94


QUALI SONO LE MALATTIE RESPIRATORIE ALLERGICHE?

 Rinite allergica

Nota anche come raffreddore allergico è una malattia delle fosse nasali che presenta un importante quadro infiammatorio allergico della mucosa del naso (rivestimento interno), la cui principale conseguenza determina quel “gonfiore” (edema) delle fosse nasali responsabile della tanto fastidiosa ostruzione al flusso dell’aria.

  • Presentazione acuta o stagionale (temporanea): è quella delle comuni pollinosi stagionali in pazienti sensibilizzati ai pollini delle piante nei vari periodi dell’anno (betulle, nocciolo, alberi, graminacee, parietaria, ambrosia, composite, spore fungine, ecc.).
  • Forma persistente: è quella legata alla presenza nel paziente di una sensibilità ad allergeni perenni, tipo forfore animali presenti nella casa di abitazione, acari della polvere domestica, e muffe degli spazi confinati.

I sintomi consistono in:

  • Prurito nasale talora associato a prurito, arrossamento e lacrimazione degli occhi (in tal caso si parla di rino-congiuntivite allergica)
  • Starnutazionerinite_e_congiuntivite_allergica
  • Gocciolamento nasale
  • Ostruzione nasale
  • Ridotta o assente capacità di sentire gli odori (ipo-anosmia)
  • Difficoltà del sonno dovuta a ostruzione nasale
  • Tosse irritativa insistente
  • Occhiaie con colorito scuro (specie nei bambini)
  • Fastidio oculare in presenza di luce intensa

 Sinusite allergica

Condizione infiammatoria dei seni paranasali, cavità in continuità con le fosse nasali (all’interno delle ossa frontali, etmoidali, mascellari e dello sfenoide) rivestite da tessuto mucoso. Nelle fosse nasali viene riversato il muco prodotto dalle apposite ghiandole presenti nel tessuto mucoso che le riveste. In condizioni normali il muco secreto é di quantità ridotta. In caso di infiammazione delle mucose, esse si gonfiano aumentando di volume ed ostruendo in modo più o meno completo i passaggi che collegano i seni paranasali con le cavità nasali. Ciò determina un ristagno di muco, con ulteriore aggravamento della situazione determinata dalla facilità con la quale tali secreti ristagnanti s’infettano con germi provenienti dal naso e dalla faringe.

  • Forma acuta: persistenza del quadro clinico per 2-3 settimane al massimo
  • Forma cronica: persistenza del quadro clinico oltre 2-3 settimane
  • Forma ricorrente: presenza di più di tre episodi di sinusite acuta nel corso dello stesso anno

I sintomi della sinusite acuta e cronica consistono in:sinusitis1(1)

  • Dolore (talora molto intenso) in corrispondenza dei seni paranasali (zona frontale, radice del naso, zone sopra e sotto-orbitarie e mascellari), accentuato da pressione sugli stessi e movimenti rapidi del capo
  • Ostruzione nasale con muco nasale purulento (di colore verde-giallastro)
  • Cefalea frontale
  • Dolore dentario a livello dell’arcata superiore (in caso di sinusite mascellare)
  • Febbre
  • Tosse produttiva con presenza di catarro

 Asma Bronchiale

Ostruzione reversibile delle vie aeree (bronchi) i cui sintomi sono:

  • Tosse spesso secca ed irritativa ma talora decisamente più catarrale (produzione di secreto bronchiale)
  • Difficoltà respiratoria prevalentemente nella fase espiratoriaasma-allergica
  • Costrizione al petto
  • Respiro sibilante (“fischietto”)

Numerosi pazienti asmatici sono sensibili a molteplici allergeni (sostanze presenti nell’ambiente ed alle quali i pazienti possono sensibilizzarsi). Perciò é frequente il riscontro di pazienti affetti non solo da asma bronchiale ma altresì da malattie allergiche delle vie aeree.

COME SI FA LA DIAGNOSI DELLE MALATTIE RESPIRATORIE ALLERGICHE?

Per una corretta diagnosi é opportuno effettuare una Visita Specialistica Pneumologica completa di Spirometria. In caso di sospetto clinico di disturbo per causa allergica, si richiedono le prove allergometriche per accertare tale origine.

COME SI CURANO LE MALATTIE RESPIRATORIE ALLERGICHE?

La terapia delle malattie respiratorie allergiche prevede l’impiego, diverso di volta in volta in funzione dei vari quadri clinici di:

  • Farmaci ad azione antinfiammatoria (cortisonici) locali (spray e aerosol) e sistemici (somministrati per via orale ed iniettiva)
  • Farmaci anti-leucotrienici (per inibire bronco-costrizione)
  • Farmaci antiistaminici
  • Farmaci anti-degranulanti (per bloccare il rilascio di granuli delle cellule responsabili dell’allergia)
  • Farmaci broncodilatatori (ad azione rapida o a lunga durata d‘azione impiegati in caso di asma bronchiale allergico).

Visita+Spirometria+Saturimetria+CO esalato a 57€  

Prenotazioni:

– presso la nostra sede in Via Calefati 177 – Bari
– Tel. 080.914.64.94      
E-mail: info@centrosancamillo.com

Lasciaci i tuoi dati per usufruire della Visita in Promozione

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo Cellulare (richiesto)

A che ora possiamo contattarti per conferma?