Inserisci questo codice HTML all'interno dei tag :

Ambulatorio di Ginecologia e Ostetricia del Centro San Camillo per prevenzione e cura dei problemi sessuali e riproduttivi delle donne.

Visita + Ecografia a 87€ 

Visita + Ecografia + Pap Test a 117€ 

Presso la nostra sede in Via Calefati 177 – Bari -> 080.914.64.94


  • Fibromi, endometriosi, polipi endometriali, cisti ovariche
  • Disturbi del ciclo mestruale
  • Ricerca di un sistema di contraccezione adatto al proprio caso ecografia-ginecologica
  • Volontà di avere un bambino
  • Sospetto di gravidanza
  • Dolori durante i rapporti sessuali)
  • Seno gonfio e/o dolorante
  • Disturbi per Menopausa

 

Sono le necessità fondamentali per cui eseguire una visita ginecologica specialistica completa di ecografia.

COS’E’ LA VISITA GINECOLOGICA?

La visita ginecologica consiste nella valutazione dell’apparato genitale femminile (genitali esterni ed interni).

Durante la visita ginecologica la paziente si siede sul lettino ginecologico a gambe divaricate. Si procede all’esplorazione vaginale: il medico, attraverso un dito in vagina, valuta le caratteristiche dell’utero e delle ovaie.

La visita ginecologica può essere completata da un’ecografia transvaginale di supporto per valutare la presenza o il sospetto di patologie.

La visita e l’ecografia non sono dolorose.

PERCHE’ SI FA L’ECOGRAFIA GINECOLOGICA?

L’ecografia in ginecologia viene effettuata allo scopo di:

  • Diagnosticare una sospetta malattia dell’apparato genitale femminile in caso di disordini delle mestruazioni o per sospetti tumori e malformazioni (dell’utero, dell’ovaio, delle tube o dell’apparato genitale interno)
  • Indagare con precisione lo sviluppo del feto durante la gravidanza (ecografia fetale transvaginale)

QUANDO SI EFFETTUA L’ECOGRAFIA TRANSADDOMINALE O TRANSAVAGINALE?

Al di fuori della gravidanza, l’ecografia ginecologica si differenzia a seconda del posizionamento della sonda che emette e riflette le eco degli ultrasuoni generati dall’ecografo.

La sonda può essere posizionata:

  • Sull’addome della donna (transaddominale): è più usata per le giovanissime e per tutte le donne che non hanno avuto rapporti sessuali
  • Introducendo la sonda nel canale vaginale (transvaginale): è più precisa dell’ecografia transaddominale ed è più usata in ambito ginecologico per la diagnosi di eventuali patologie

 

SONO PREVISTE NORME DI PREPARAZIONE PER L’ECOGRAFIA?

  • Per l’ecografia transvaginale non è necessaria alcuna particolare preparazione.
  • Per l’ecografia transaddominale, bisogna presentarsi all’esame con la vescica piena.

COS’E’ IL PAP TEST? Pap_test_TpOggi

Il Pap test è un esame diagnostico utilizzato per la prevenzione del tumore del collo dell’utero (cervice uterina). Consiste in un prelievo di cellule dal collo dell’utero e dal canale cervicale. Le cellule vengono poi fissate su un vetrino ed esaminate in laboratorio. Il prelievo delle cellule della parte più esterna del collo uterino avviene tramite una piccola spatola di legno (spatola di Ayre), mentre quelle intracervicali vengono prelevate con uno spazzolino morbido o una specie di cotton-fioc.

È un test di prevenzione. È quindi indicato nelle donne sane come test di screening. Andrebbe eseguito regolarmente ogni 1-3 anni a partire dai 25 anni o dall’inizio dell’attività sessuale.

COME SI SVOLGE IL PAP TEST?

Il Pap test è un esame semplice e veloce. Dura pochi minuti e può essere eseguito dal ginecologo in ambulatorio durante le visite di routine, oppure essere effettuato da personale paramedico (ostetrica). L’esame si effettua dopo aver introdotto in vagina lo speculum, in modo da rendere visibile la cervice uterina. Il prelievo avviene passando e ruotando delicatamente la spatola di Ayre sul collo dell’utero e in seguito introducendo un tampone o uno spazzolino (cytobrush) nel primo tratto del canale cervicale. Il materiale così ottenuto, viene strisciato su un vetrino, fissato con una apposita sostanza e, in un secondo momento, colorato e valutato dallo specialista citologo.

PERCHE’ SI FA IL PAP TEST?

Il Pap test è un esame che consente di individuare le anomalie delle cellule del collo dell’utero che precedono di molti anni l’insorgenza di un tumore. Consente quindi di ridurre il rischio di diagnosticare il tumore quando si trova giàin uno stadio avanzato, potendolo così trattare in modo conservativo.

Già all’inizio dell’attività sessuale le donne sono esposte a diversi fattori di rischio per lo sviluppo del tumore cervicale. Tra questi il più importante è l’infezione da Human papilloma virus (HPV), un virus che causa lesioni genitali ed è considerato la prima causa di tumore della cervice uterina. Proprio per questo motivo le indicazioni più recenti suggeriscono che al pap test vada abbinata anche la ricerca del DNA virale.

SONO PREVISTE NORME DI PREPARAZIONE PER IL PAP TEST?

È preferibile astenersi dai rapporti nelle 48 ore precedenti al test ed evitare l’inserimento all’interno della vagina di ovuli, soluzioni intime, gel, schiume ecc nelle 12 ore precedenti. Questi prodotti potrebbero, infatti, alterare il risultato del test, rendendolo meno attendibile.

QUALI PAZIENTI POSSONO SOTTOPORSI AL PAP TEST?

Il pap test può essere effettuato in tutte le fasi del ciclo mestruale, eccetto che nella fase di flusso pieno. Il sangue mestruale potrebbe infatti oscurare la corretta visione delle cellule cervicali. Se le mestruazioni dovessero sopraggiungere in prossimità del test, è necessario rimandare l’esame e concordare un nuovo appuntamento. L’uso di contraccettivi orali o locali o la presenza della spirale intrauterina non interferiscono con il risultato del test.

Tutte le donne dovrebbero sottoporsi al pap test, dall’età in cui si inizia ad avere rapporti sessuali, fino, almeno, ai 65-70 anni.
Le donne vaccinate contro l’Hpv devono ugualmente sottoporsi regolarmente al Pap test perché, anche se il rischio di tumore al collo dell’utero è meno elevato, non è mai del tutto assente.

Il pap test può essere effettuato anche in gravidanza, senza che questo arrechi danni al feto o al decorso della gravidanza stessa.
Le donne vergini possono eseguire il pap test, anche se hanno un rischio praticamente inesistente di sviluppare il tumore della cervice.

IL PAP TEST E’ DOLOROSO E/O PERICOLOSO?

L’esame non è né doloroso né pericoloso, fatta eccezione per il disagio che qualche donna può avvertire in maniera più evidente durante il prelievo.

Visita + Ecografia ginecologica a 87 

Visita + Ecografia ginecologica + Pap Test a 117€ 

Prenotazioni:

– presso la nostra sede in Via Calefati 177 – Bari
– Tel. 080.914.64.94      
E-mail: info@centrosancamillo.com

Lasciaci i tuoi dati per usufruire della Visita in Promozione

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo Cellulare (richiesto)

A che ora possiamo contattarti per conferma?